Il glossario della mobilità elettrica

Cosa significano BEV, recupero dell’energia o Well-to-Wheel? Le più importanti nozioni nel campo della mobilità elettrica.

B

BEV

Battery Electric Vehicle, veicolo che si muove esclusivamente con la corrente di una batteria.

BlueMotion

Etichetta di prodotto riservata al modello maggiormente parco nei consumi di una gamma del marchio Volkswagen.

C

Cambio a doppia frizione DSG

Cambio automatizzato che, mediante due semicambi, consente di cambiare marcia in modo completamente automatico, senza interruzione percepibile della forza di trazione.

CO2

Anidride carbonica (nota anche come biossido di carbonio), gas incolore e inodore prodotto durante i processi di combustione. La CO2 è considerata la causa principale dell’effetto serra e del riscaldamento globale. Nel solo nel 2007 la CO2 ha rappresentato l’88% delle emissioni di gas serra.

Combined Charging System

Diversamente dalla ricarica standard a corrente alternata (cavo base o wallbox), la ricarica rapida è possibile solo presso speciali colonnine CCS che operano con corrente continua e richiede solo 20 - 30 minuti. Questo è il periodo che attualmente occorre per ripristinare circa l’80% della capacità della batteria. Il “Combined Charging System” (CCS) è uno standard riconosciuto a livello internazionale. In prospettiva è immaginabile anche una ricarica dei veicoli elettrici senza cavo, ovvero per induzione.

Comunicazione Car-to-X

Comunicazione dei veicoli con l’ambiente circostante, che in futuro potrà servire per esempio a prevenire il congestionamento del traffico.

Comunicazione Car­to­Car

Scambio diretto di dati e informazioni tra veicoli a motore, che in futuro servirà, tra l’altro, a migliorare il flusso del traffico.

Corrente ecologica

È chiamata anche corrente verde ed è l’energia elettrica ottenuta da fonti energetiche rinnovabili o dall’abbinamento forza-calore rispettoso dell’ambiente; dal punto di vista fisico non è distinguibile dalla corrente “grigia”.

Costruzione con materiali leggeri

Tecnica costruttiva che ha come obiettivo la massima riduzione del peso. Accanto al sistema di trazione, la costruzione con materiali leggeri è la soluzione più efficiente per la riduzione dei consumi di carburante e delle emissioni.

D

Downsizing

Riduzione della cilindrata del motore, a fronte di un contemporaneo aumento della potenza specifica o della densità di coppia, ad esempio tramite sovralimentazione. Con il downsizing è possibile ridurre i consumi e le emissioni di gas di scarico.

E

Elettrico, veicolo elettrico/vettura elettrica

Autoveicolo che non viene azionato utilizzando carburante, bensì corrente elettrica. Considerandolo più attentamente, il termine è una denominazione generale sia per veicoli a batteria sia per veicoli a celle a combustibile, a seconda del rispettivo sistema di accumulo dell’energia. Nell’uso comune, tuttavia, l’espressione “auto elettrica” si riferisce quasi sempre a veicoli alimentati a batteria (BEV), che funzionano esclusivamente a corrente elettrica.

Elettrificazione della catena cinematica

Graduale ricorso all’impiego di motori elettrici come una delle possibilità di propulsione alternativa del futuro. A partire dall’ottimizzazione dei motori a combustione convenzionali mediante sistema di recupero dell’energia (micro-hybrid), lo sviluppo si estende a differenti sistemi ibridi (full-hybrid e ibridi plug-in) fino al BEV.

Emissioni

Immissione nell’ambiente di sostanze o forme di energia. Le emissioni principali del traffico stradale sono: monossido di carbonio (CO), ossido di azoto (NOx), biossido di zolfo (SO2), idrocarburi (HC) e CO2. Nel caso dei motori Diesel si aggiunge poi il particolato (fuliggine, polvere). Con i moderni sistemi filtranti, queste emissioni vengono ridotte al minimo.

F

Full-hybrid

Sono veicoli caratterizzati dalla possibilità di muoversi con ciascuna delle due modalità di propulsione. Di norma il motore a combustione e il motore elettrico possono cooperare e contribuire entrambi alla capacità d’avanzamento.

H

Hybrid Electric Vehicle (HEV)

Hybrid Electric Vehicle, veicoli che combinano almeno due concept di propulsione, una propulsione basata su un motore a combustione interna e una che utilizza un motore elettrico. Il termine ibrido (hybrid) può assumere più significati, in quanto i veicoli ibridi possono essere classificati in base al grado di elettrificazione (micro-hybrid, mild-hybrid, full-hybrid e sistema ibrido plug-in). Nell’uso comune, tuttavia, il termine veicolo ibrido si riferisce di solito ad un sistema full-hybrid.

L

Litio, batteria agli ioni di

Accumulatore con densità di energia molto elevata, termicamente stabile e pressoché priva di effetto Memory. In virtù di tali caratteristiche positive, Volkswagen punta su questa tecnologia.

M

Memory effect

Perdita di capacità di alcuni tipi di batterie, che si verifica se, prima della successiva ricarica, la batteria non era completamente scarica. Si presuppone che la batteria “ricordi” il fabbisogno energetico e, nel tempo, non fornisca più la quantità di energia originale, ma solo l’energia che è stata effettivamente necessaria durante i precedenti processi di scaricamento.

Micro-hybrid (TDI BlueMotion)

In senso stretto non si tratta di veicoli ibridi, ma solo di un ulteriore sviluppo del motore a combustione. Grazie al sistema start/stop automatico, i veicoli micro-ibridi risparmiano carburante o conservano l’energia sviluppata durante le frenate (sistema di recupero dell’energia), immagazzinandola nella batteria in modo da risparmiare l’alternatore. In virtù di questa elettrificazione parziale, tuttavia, possono essere annoverati come veicoli ibridi nel senso ampio del termine. Un veicolo micro-ibrido non dispone però di motore elettrico.

Mild-hybrid

Veicoli i cui componenti elettrici contribuiscono solo in misura limitata al concept della propulsione. Tuttavia, l’elettrificazione è più ampia rispetto ai veicoli micro-ibridi, in quanto sono presenti una batteria dedicata e un motore elettrico. Diversamente dalla soluzione »full-hybrid, con un modello mild-hybrid non è ancora possibile la marcia a energia esclusivamente elettrica, viene quindi unicamente supportato il motore a combustione. Volkswagen investirà quindi sulla tecnologia full-hybrid.

Mobilità intermodale (concept)

Soluzioni di trasporto e di mobilità integrali, che comprendono tutti i mezzi di trasporto (aereo, autobus, treno, veicoli elettrici, offerte di car sharing e biciclette), consentendo un agile passaggio da un mezzo all’altro.

Motore a combustione

Motore di propulsione che genera la sua potenza convertendo l’energia chimica contenuta nel carburante in calore e convertendo questo calore in lavoro meccanico. La trasformazione in calore si ottiene mediante combustione di carburanti, che sono composti per lo più da idrocarburi.

MQB

Pianale modulare trasversale, concept per lo sviluppo e la produzione dei veicoli Volkswagen con motori e cambi montati in posizione trasversale. Con questa tipologia di montaggio, l’albero motore è trasversale rispetto alla direzione di marcia e, conseguentemente, parallelo agli assi. Vengono costruiti secondo questo layout la maggior parte dei veicoli a trazione anteriore. Nella fase di produzione, i modelli di una serie vengono assemblati a partire da moduli, i quali vengono combinati diversamente a seconda dello specifico modello. Grazie al principio modulare si ottiene un grande margine di libertà per il design dei veicoli, per esempio in virtù di passi e larghezze delle carreggiate variabili. Le famiglie di propulsori di nuovo sviluppo sono coerentemente ottimizzate per la riduzione delle emissioni di CO2. Grazie ad un intelligente mix di materiali di nuova concezione, basato su acciai ad alta resistenza e i più moderni principi costruttivi, è possibile realizzare componenti modulari che assicurano un maggiore comfort e una maggiore sicurezza a parità di peso. Su tutti i modelli, inoltre, l’MQB consente circa 20 innovazioni nei campi della sicurezza, dell’assistenza alla guida e dell’infotainment – per funzionalità riservate fino ad oggi ai veicoli dei segmenti superiori. Grazie agli effetti sinergici, è possibile conseguire risparmi notevoli sul versante dello sviluppo e dell’acquisto.

P

Peak-oil (picco del petrolio)

Punto in cui si raggiungerà il massimo dell’estrazione globale di petrolio e, dopo il quale, questa diminuirà anno dopo anno. L’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) stima che questo punto sarà raggiunto nel 2020. Minore sarà la quantità di petrolio disponibile, superiori saranno i prezzi della benzina e del gasolio. Anche per questo motivo sono necessarie motorizzazioni alternative.

Plug-In Hybrid Electric Vehicle (PHEV)

Plug-In Hybrid Electric Vehicle, sono veicoli che combinano motore a combustione e motore elettrico. La batteria può essere ricaricata con una spina (diversamente dai sistemi full-hybrid, la cui batteria si ricarica solo mediante sistema di recupero dell’energia). I veicoli ibridi plug-in possono viaggiare molto più a lungo in modalità esclusivamente elettrica. I modelli ibridi plug-in percorrono brevi distanze in modalità esclusivamente elettrica, mentre per percorsi più lunghi attivano il motore a combustione. Sono la soluzione ideale per le persone che viaggiano molto sia in città sia sulle lunghe percorrenze.

Post-batteria agli ioni di litio

 

R

Recupero dell'energia

Recupero dell’energia cinetica liberata in fase di frenata o di rilascio. Nei veicoli elettrici ciò avviene prevalentemente mediante la commutazione del motore di trazione in modalità generatore e l’accumulo della corrente prodotta nella batteria del veicolo per un impiego successivo. Per motivi fisici è possibile recuperare solo una parte dell’energia frenante.

S

Sistema start/stop automatico

Sistema finalizzato alla riduzione dei consumi delle auto. Il motore a combustione viene spento dal carico frenante del generatore e dalla disattivazione dell’alimentazione di carburante quando l’auto avanza per inerzia o è ferma in coda. Il motore si riavvia in modo completamente automatico quando il conducente preme il pedale dell’acceleratore o rilascia il pedale del freno. Soprattutto nel traffico urbano, caratterizzato da molti arresti del veicolo, è così possibile ottenere un rilevante risparmio di carburante.

Smart Grid

Rete elettrica “intelligente” che utilizza le moderne tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ad esempio per l’integrazione dell’energia prodotta in modo decentrato, ai fini di ottimizzare la gestione dei carichi o per la gestione dell’energia da parte dei Clienti. L’obiettivo è garantire il fabbisogno di energia sulla base di un esercizio efficiente e affidabile del sistema.

Stabilità ai cicli

Concept che utilizzano le batterie dei veicoli elettrici come buffer di rete. Se necessario, l’energia delle flotte dei veicoli elettrici viene reimmessa nelle rete. Ciò può risultare utile sul fronte della gestione efficiente dei carichi e dell’accumulo dell’energia, per esempio per bilanciare le oscillazioni delle energie rinnovabili. Oggi tuttavia, le batterie non sono ancora completamente idonee a questo concept. Il veicolo elettrico inoltre avrebbe bisogno di un costoso caricabatteria bidirezionale per restituire la corrente. Occorrerebbe ridurre al minimo poi anche le perdite causate dalla trasformazione da corrente continua (batteria) a corrente alternata (rete). È quindi pensabile, in una prima fase, una “versione light”, che funzioni senza reimmissione dell’energia, ma che offrirebbe comunque molti vantaggi per l’ambiente.

T

Tank­to­Wheel

» Well-to-Wheel

TDI

Per il marchio Volkswagen la sigla TDI identifica i veicoli Diesel a iniezione diretta e sovralimentazione turbo. I motori TDI si distinguono per consumi contenuti, basse emissioni, elevata forza di trazione (coppia) e un’eccellente erogazione della potenza. In molti Paesi TDI è un marchio registrato del Gruppo Volkswagen.

TSI

Denominazione di motori che comprende tutti i motori benzina a iniezione diretta e sovralimentazione semplice o doppia di Volkswagen. Il termine si applica a differenti varianti di sovralimentazione, cilindrata, numero e disposizione dei cilindri. Con la tecnologia TSI, Volkswagen è riuscita a creare motori che offrono vantaggi grazie ai bassi consumi di carburante e, allo stesso tempo, entusiasmano per il superiore sviluppo della potenza.

V

Vehicle‐to‐Grid

Concept che utilizzano le batterie dei veicoli elettrici come buffer di rete. Se necessario, l’energia delle flotte dei veicoli elettrici viene reimmessa nelle rete. Ciò può risultare utile sul fronte della gestione efficiente dei carichi e dell’accumulo dell’energia, per esempio per bilanciare le oscillazioni delle energie rinnovabili. Oggi tuttavia, le batterie non sono ancora completamente idonee a questo concept. Il veicolo elettrico inoltre avrebbe bisogno di un costoso caricabatteria bidirezionale per restituire la corrente. Occorrerebbe ridurre al minimo poi anche le perdite causate dalla trasformazione da corrente continua (batteria) a corrente alternata (rete). È quindi pensabile, in una prima fase, una “versione light”, che funzioni senza reimmissione dell’energia, ma che offrirebbe comunque molti vantaggi per l’ambiente.

Veicolo a celle a combustibile

Veicolo a trazione elettrica, nel quale l’energia elettrica necessaria viene prodotta da una cella a combustibile utilizzando l’idrogeno come vettore energetico. In questo processo le emissioni a livello locale sono esclusivamente vapore acqueo. Per Volkswagen quindi le celle a combustibile sono uno dei possibili concept di propulsione del futuro.

W

Well­to­Wheel

Consumo di energia ed emissioni di gas serra totali di un carburante causate dalla produzione, dalla messa a disposizione e dall’utilizzo: nel caso del petrolio greggio, partendo dal pozzo, attraverso la raffineria, la rete delle stazioni di servizio e il serbatoio del carburante, fino alla messa a disposizione definitiva nel veicolo. La valutazione viene suddivisa in due step: il percorso Well-to-Tank descrive la messa a disposizione del carburante, mentre il percorso Tank-to-Wheel prende in considerazione l’utilizzo del carburante nel veicolo e le emissioni durante l’esercizio.

Z

ZEV (Veicolo a emissioni zero)

Chiamati anche Zero Emission Vehicle (ZEV), sono veicoli che durante il loro funzionamento non emettono dannosi gas di scarico e rientrano nel parametro denominato “valori limite di emissioni zero”. Tuttavia, per poter considerare un veicolo “a emissioni zero” nel bilancio energetico complessivo, l’energia elettrica utilizzata per l’alimentazione deve provenire da fonti rinnovabili.

Disclaimer Volkswagen

  • Nel presente sito sono contenute informazioni puramente indicative dei veicoli illustrati. Invitiamo il Cliente a rivolgersi sempre ad Aziende della Rete per essere informato sulle caratteristiche e sul prezzo di ogni specifico veicolo validi al momento dell’acquisto - che sarà oggetto di singola trattativa - ed in particolare in relazione alla disponibilità del singolo veicolo o equipaggiamento al momento dell’ordine.

    Volkswagen Group Italia dichiara che le informazioni riportate su questo sito sono valide al momento della loro pubblicazione. Le caratteristiche tecniche, gli equipaggiamenti di base, gli optional, i tessuti e i colori sono soggetti a continue variazioni e pertanto potrebbero non essere disponibili al momento della produzione del veicolo. Per tutte le versioni dotate di serie con i servizi Car-Net o We Connect vi invitiamo a consultare la sezione dedicata: https://www.volkswagen-veicolicommerciali.it/it/servizi-di-mobilita-e-connettivita/connettivita/car-net.html

    Per maggiori dettagli in merito alle Promozioni offerte da Volkswagen Veicoli Commerciali vi invitiamo a consultare la sezione dedicata: https://promozioni.volkswagen-veicolicommerciali.it/app/local/promozioni

    Per prendere visione dei valori di consumo di carburante e di emissioni di CO₂ vi invitiamo ad utilizzare il configuratore di prodotto presente all'interno del sito al link https://www.volkswagen-veicolicommerciali.it/it/modelli.html
  • All’interno della sezione Dati Tecnici del configuratore di prodotto, la portata utile è calcolabile sottraendo la massa effettiva del veicolo della configurazione dalla massa complessiva ammessa; la massa degli eventuali passeggeri (escluso il conducente) deve essere detratta da tale valore. E’ responsabilità del conducente verificare, per la circolazione,  il rispetto della massa complessiva e dei limiti ammessi sugli assi del veicolo.